Tag Archivio per: poetry slam

Visto che ultimamente ci piace giocare col fuoco, per quest’ultimo one man show dei Versi dell’Ornitorinco abbiamo chiamato SERGIO GARAU, padre fondatore della scena del poetry slam nel nostro Paese, che eseguirà per noi RESOLZA.

Uno spettacolo sintetico, simpatico, extraludico, cosmetico, libidico, terapico, iperterroristico, fantapolipoetico, musicinetico e partecipemotico; ogni volta unico e diverso, riscritto e rinnovato, ad hoc e agit prop.

Resolza è risata in faccia al caos grottesco e contradditorio del potere contemporaneo, è il rovescio del dolore di un taglio nel lago ghiacciato dentro di noi.
Piccolo viaggio in musica, video e poesie tra videogiochi apocalittici e ChatBot erotiche d’inizio secolo, tra un pugile malato in lotta al G8 di Genova e il Ponte sullo Stretto innamorato del suo riflesso, tra sacerdotesse di tempietti toilette e annunci personali in cerca di euro senza ritegno, tra Alice, il BianConiglio, la Lupa Cattiva e il BancoMatto, tra odissee nel Mar Nero, a Cipro, Lesbos e Malmö, tra missili russi e minaretti in ritmo salsa, nel cielo di un poligono militare in Sardegna e di un Submarino d’Atlantico da Camera, guardando previsioni del tempo nucleari e cataclismatiche,

Resolza arriva all’Ornitorinco dopo essere stato eseguito per isole mediterranee, d’oltremanica e tropicali, dalla Comédie Française al Fringe di Edimburgo, dal Festival di Poesia dell’Avana all’Ordsprak di Uppsala, da Rio de Janeiro a Città del Messico, da Berlino al Golfo di Guinea. Tratto dall’omonimo libro immaginario (Miraggi Edizioni).

Perché abbiamo scritto che ci piace giocare col fuoco? Perché in tutte queste occasioni l’autore è riuscito a macchiarsi di innumerevoli crimini, per i quali è ricercato in 37 Stati latinoamericani, africani ed europei. Tra i reati citiamo:

– schiamazzi e disturbo del pubblico della poesia;
– vilipendio a poteri forti, medi, leggeri e piuma;
– riciclaggio di spettacoli video-ludico-musico-parapaponzi-poeteatral-enogastronomico-danzerecci: IO game over (2010), CTRL ZETA (2017), SPACE INVADERS (2023), Resolza (11111100111);
– corruzione di giudice e di pubblici ufficiali: primo premio CROSSaward (2017), campione degli internazionali slam di Madrid, Frankfurt, arteTV, italiani di slam a squadre dal 2003 al 2016, siciliano, marchigiano, toscano (2 volte), slömi per miglior performer della scena austriaca 2022, festival videopoesia di Roma, primo al secondo Anti Slam d’Europa dove vince il peggiore, ultimo alla prima Coppa del Mondo di Slam a Parigi 2007 …;
– effrazione di residenze artistiche a Berlino, Madeira, Varsavia, Waldschach, Aalto University di Helsinki, …;
– circonvenzione di bipedi implumi in laboratori di scrittura e performance in licei francesi di Madrid, alberghieri di Sassari, università inglesi (Warwick) e messicane (Veracruz), Palazzograssi, pizzerie di Lapa/RJ/Brasil, …;
– apologia di sé stesso: “complimenti” Nanni Balestrini, “geniale” Alberto Masala, “il miglior performer della mia generazione” Julian Zhara, “ecco duemilaottocento euro per una Sua poesia” una banca svizzera in tedesco, “mi hai fatto piangere” anonima non sarda in italiano, …;
– associazione a delinquere con sparajurij (laboratorio di scrittura totale), atti impuri (rivista di racconti che compete nella classifica di google immagini con film erotici anni 70), …;
– brogli e infiltrazione nei governi della World Poetry Slam Organisation, Lega Italiana Poetry Slam, Poetry Slam Sardegna, …;
– falsa testimonianza: il suo animale preferito è l’ornitorinco;
– aggressione all’arma bianca (ascia) al lago ghiacciato dentro di noi.

Se siete curiosə o interessatə ad accaparrarvi la taglia sulla sua testa, sappiate che Sergio Garau sarà qui, nel luogo del suo falso animale preferito, venerdì 19 alle 19.

Continuano i workshop che quest’anno sono parte integrante dei Versi dell’Ornitorinco per formare lə slammer di oggi e di domani!
E continuano con un laboratorio condotto da uno dei padri fondatori della scena del poetry slam nel nostro Paese, colui che slamma da oltre vent’anni in Italia e nel mondo, tradotto in otto lingue e potremmo proseguire ma vi rimandiamo al suo sito perché la lista di meriti, premi e riconoscimenti che ha conseguito supera le settanta righe: SERGIO GARAU.

P.S. Laboratorio di scrittura e performance è il workshop intensivo in cui Sergio Garau metterà a vostra disposizione la sua esperienza e la sua arte per lavorare sullo sviluppo di un testo nelle sue varie fasi, dall’ideazione alla struttura, dalla scelta della forma all’esecuzione dal vivo.

In questa prospettiva sarete invitatə a conoscere, sperimentare, giocare e fare pratica delle tecniche, dei trucchi e degli armamentari dellə scrittorə e dellə performer, riflettendo insieme sulla consapevolezza del mezzo che si usa e del contesto in cui si agisce (ad es. cosa richiede un testo composto per il palco rispetto a uno per la stampa), sul valore pubblico e privato dello scrivere, sugli equilibri tra espressione e comunicazione, sull’interdipendenza tra scrittura e lettura e tra esecuzione orale e ascolto, tra l’essere pubblico e l’avere un pubblico, sul valore del ritmo, delle forme e del linguaggio.

Il laboratorio si suddividerà in quattro momenti fondamentali ispirati al modello della retorica classica: 1. Invenzione (Inventio); 2. Composizione e Struttura (Dispositio); 3. Forme di Scrittura e di Esecuzione (Elocutio); 4. Messa in Scena e Performance (Memoria e Actio).

Il metodo sarà induttivo: pur se in un canovaccio prestabilito, non si impongono dall’alto conoscenze, tradizioni, definizioni, scuole, forme metriche, ma queste si innestano a partire da scritti, idee, immagini e parole che emergono durante il laboratorio.

Dove: Libreria L’Ornitorinco, via di Camaldoli, 10R, Firenze
Quando: sabato 20 aprile in orario 10:00-13:00 / 15:00-20:00 (durata: 8h)
Partecipanti: max. 12 iscrittə
Costo: 50€
Per iscriversi: inviare una mail a ripescatidallapiena@gmail.com