Tag Archivio per: presentazioni di libri

Autore: China Miéville (illustrazioni di Simone Pace; traduzione di Lucrezia Pei)
Editore: Moscabianca
Pagine: 64
Prezzo: 9,90€

A Londra i fuochi d’artificio del cinque novembre sono un ricordo lontano: sono apparse le ombre, e strane creature hanno cominciato a infestare le strade. Ma che fine ha fatto Jake? Sarà riuscito a mettersi in salvo, o sarà scomparso all’angolo di una strada?

In questo racconto, il maestro del weird China Miéville ci affida una lettera perduta nel corso di un’oscura apocalisse, tracciata durante un girovagare onirico per le vie di Londra. Simone Pace con le sue tavole riesce a ricreare le fluttuazioni strane e volatili di questa storia, l’invisibile che prende forma, i contrasti tra la realtà e il sogno.


China Miéville è nato a Norwich, in Inghilterra, nel 1972. Scrittore di riferimento nel panorama weird internazionale, è autore di numerosi romanzi e racconti. I suoi lavori hanno vinto vari premi, tra cui l’Arthur C. Clarke Award, il World Fantasy Award, l’Hugo Award e il British Science Fiction Award. In Italia è edito da Fanucci Editore e Zona 42.

Simone Pace è nato nel 1992 a Rieti, dove vive, lavora e trae ispirazione. Ha fatto parte del collettivo Sciame e pubblicato la rivista «Armata Spaghetto», per lui prima possibilità di affinare una poetica basata sul folklore italiano e sul racconto fantastico di stampo fiabesco e medievale. Ha lavorato come illustratore per Centauria, Perrone Editore, Moscabianca Edizioni e Vivida Books, come fumettista per Barta Edizioni, Il Battello a Vapore, «Linus» e «Il Manifesto». Attualmente sta pubblicando a episodi il fumetto Fiaba di cenere per la piattaforma Tacotoon.

Lucrezia Pei, classe 1991, è nata nella città che ha ispirato C.S. Lewis. Traduce dall’inglese e dal francese, collabora con alcune realtà indipendenti ed è autrice di testi brevi di genere fantastico. Per Giuntina ha tradotto Le cose che ci fanno paura (2022), romanzo per ragazzi di Keren David, autrice finalista al Premio Andersen 2021. Attualmente traduce per Cliquot e Moscabianca Edizioni, per cui ha già curato la traduzione del volume illustrato La faglia delle fate dellʼartista olandese Iris Compiet.

Autrice: Axa Lydia Vallotto (illustrazioni di Zeno Colangelo)
Editore: Moscabianca
Pagine: 144
Prezzo: 9,90€

Starshot non pensava che un colpo così semplice avrebbe condotto lei e i suoi due compagni di fronte a un pezzo grosso delle corporazioni. Volkov affida loro la missione di recuperare dalle grinfie di un rivale politico non un oggetto di valore o del denaro ma sua nipote. Per Starshot è l’occasione di fare i conti con le proprie debolezze, il passato che ancora infesta il suo corpo e il desiderio di proteggere la sua strana famiglia.

Axa Lydia Vallotto, già autrice di romanzi e racconti sci-fi, crea una storia cyberpunk e queer, a metà tra un heist movie e un videogioco, che prende vita grazie alle illustrazioni sgargianti e irriverenti di Zeno Colangelo.


Axa Lydia Vallotto, classe ’96, dopo la laurea in Scienza dei Materiali si è iscritta al master Transfers-Fluids-Materials in Aeronautical and Space Applications. Infesta l’internet con il soprannome di Vy ormai da anni, durante i quali è arrivata finalista al Premio Urania Short 2019 e ha vinto due volte i Wattys. Ha pubblicato un romanzo, The Glitch (Delos Digital, 2021), e più di venti racconti tra cui Reboot in Le Ombre di Morjegrad (Mondadori, 2019), Babilonia nel cielo in Hortus Mirabilis. Storie di piante immaginarie (Moscabianca, 2021), Pareidolia su «Specularia» (2021) e Malinconia shakerata con ghiaccio in «Writers Magazine Italia n. 60» (Delos Digital, 2022).

Zeno Colangelo è nato a Torino nel 1994. Frequenta la Scuola Internazionale di Comics e si laurea in pittura all’Accademia di Belle Arti. Ha collaborato con Attaccapanni Press nel 2018 per l’antologia Grimorio Volume 2 con il racconto Beckup e nel 2019 per l’antologia Synth/Org con Fists of Love. Nel 2020 illustra parte del fumetto FASK – Come reagire al presente per Beccogiallo, e nel 2022 pubblica il libro edito da Tunué Lo Scorpione Addomesticato scritto da Luca Baino. Attualmente ha la fortuna di lavorare ad un videogioco basato sulle sue storie e disegni, Universe for Sale.

Tag Archivio per: presentazioni di libri

Ci si può innamorare di una voce? È la domanda che lei si ripete di continuo per un anno, mentre prova a guarire le sue ferite parlando al telefono con lui, il quale, in attesa di poterla incontrare, finisce per perdere ogni ragionevole certezza.
Di chi e di che cosa ci innamoriamo?

L’amore inutile (Gianfranco Di Fiore, Wojtek ed.) è un racconto sull’immaginazione e sulla paura, una rincorsa affannosa che unisce le vite e le disperazioni di due giovani irrisolti alla ricerca dell’amore e di se stessi, in un’epoca governata da luoghi e rapporti virtuali, dove i contatti umani e le verità sembrano impossibili da rintracciare.
Sullo sfondo di una provincia del Sud, anonima e spenta, questo strano legame di voce e morbosità – che all’inizio sembra aiutare lei a guarire dalle sue ossessioni – finisce per mettere in crisi non solo l’identità di entrambi i giovani, ma persino il significato e la necessità dei sentimenti, dei corpi, di un amore possibile.


Gianfranco Di Fiore è nato ad Agropoli nel 1978. Ha lavorato per il cinema e la pubblicità, in Italia e all’estero, come sceneggiatore e art director, collaborando per anni con il Giffoni Film Festival. Dopo l’esordio nel 2011 con il romanzo La notte dei petali bianchi (Laurana), ha pubblicato vari racconti in antologie: Storie di martiri, ruffiani e giocatori (Caratteri Mobili, 2012), Cronache vere. Souvenir d’Italie (Piano B, 2013), Sotto un altro cielo (Laurana, 2013), Piccola inchiesta sul provincialismo (Galaad, 2017).
Nel 2018 è candidato al Premio Strega con il romanzo Quando sarai nel vento (66thand2nd). L’amore inutile è il suo terzo romanzo.

 

L’autore ne parlerà con Ferruccio Mazzanti sabato 18 febbraio alle 17.00