Tag Archivio per: presentazioni di libri

Abbiamo aspettato dei mesi per riuscire a presentare questo libro. E, forse, farlo proprio ora acquista un’importanza ancor maggiore.

Prostitute in rivolta. La lotta per i diritti delle sex worker (Molly Smith e Juno Mac, Tamu ed.) libera la prostituzione da quelle parole cui di solito è legata – intimità, perdita di sé, depravazione morale – per ancorarla a una tesi tanto semplice quanto corretta: il lavoro sessuale esiste in un mondo in cui le risorse non sono equamente accessibili. Come ogni altro lavoro, non è né buono né cattivo in sé, ma la vita di chi lo pratica può cambiare a seconda della possibilità di rivendicare dei diritti. Per capirlo basta adottare la prospettiva delle dirette interessate, come le autrici Juno Mac e Molly Smith, sex worker e attiviste femministe.

Il libro spinge con fermezza a porsi importanti quesiti sui significati attribuiti a parole come «sesso», «lavoro», «sfruttamento», «libera scelta», e mette chi legge davanti agli effetti materiali che le frontiere, il carcere e le politiche sul decoro, sulla casa e sulla salute hanno sulla parte più marginale della società.

Prostitute in rivolta colma un importante spazio vuoto della riflessione critica in Italia su violenza di genere, migrazioni, lavoro e discriminazioni, con un respiro globale (guardando a realtà diverse, tra nord e sud del mondo) e una potente solidità argomentativa: è un caso raro di esperienza che si prende uno spazio di ragionamento – una possibilità di solito negata a chi vive fuori da certi canoni – dando vita a un libro insostituibile.

 

A presentarlo ci saranno Giulia Garofalo Geymonat (Universita’ di Ca’ Foscari Venezia e GRIPS Gruppo italiano di ricerca su prostituzione e lavoro sessuale), coautrice della prefazione del libro, e il collettivo Ombre Rosse, che ne ha curato invece la postfazione.


Juno Mac è una sex worker e attivista del collettivo Swarm (Sex Worker Advocacy and Resistance Movement), presente nelle città di Londra, Leeds e Glasgow.

Molly Smith è una sex worker e attivista di Swarm. Fa parte, inoltre, di Scot-Pep, organizzazione di sex worker di base a Edimburgo che si batte per la decriminalizzazione della prostituzione in Scozia. Ha scritto di politiche sulla prostituzione per il Guardian e per New Republic.

ore 10:30

Presentazione del libro Con le parole ovunque. Poesia di strada e sovversione dello spazio urbano di Francesco Terzago e MisterCaos (Agenzia X Edizioni, 2021)

La poesia di strada è stata ed è lo strumento di chi crede che, al di là del libro e dei litblog, possa esistere una forma altra, senza mediazioni, di trasmettere un messaggio. In massima parte ha un retroterra di esperienze artistiche e letterarie che coincidono con il patrimonio culturale e scolastico collettivo e incarna un desiderio ribelle contro ogni istituzione. La poesia di
strada vuole rivolgersi in modo diretto non solo alla “casalinga di Voghera”, ma all’insieme eterogeneo delle moltitudini che attraversano le metropoli.

Francesco Terzago (1986) ha studiato linguaggi e tecniche di scrittura all’Università di Padova e, alla Scuola Holden (Torino), storytelling politico. Ha vissuto in Cina dove ha indagato il diffondersi della Street Art nei chéngzhōngcūn (villaggi urbani) e vive alla Spezia, città sul mare. Negli anni riviste accademiche e periodici di ampia diffusione hanno citato il suo lavoro. Con Caratteri (Vydia editore 2019) vince L’Elena Violani Landi dell’Università di Bologna – opera prima.


ore 11:30

Immaginate di entrare nel locale che frequentate di solito il venerdì sera e di vedere in fondo un tipo che si agita con un microfono in mano di fronte a un gruppo di persone che stanno a sentire quello che ha da dire e di chiedervi “Che roba è questa?”. Ecco, questa presentazione potrà fornire delle risposte esaustive a chi andando a un poetry slam si è posto questa domanda:

Eleonora Fisco e Chiara Portesine dialogheranno sul progetto Quaderni Slam: una collana della casa editrice Mille Gru realizzata in collaborazione con LIPS – Lega Italiana Poetry Slam , che ha come obiettivo quello di aprire un dialogo tra la scena italiana e internazionale di poetry slam e il mondo dell’Accademia. L’associazione nel titolo del progetto della parola quaderni, spesso usata per pubblicazioni di carattere saggistico e accademico, e del termine chiave slam, abbreviazione di poetry slam, ma anche «scossone», «colpo» in traduzione dall’inglese, intende rappresentare la volontà di risvegliare l’interesse per questo oggetto di studio.

La risposta estetica nel poetry slam di Eleonora Fisco è il primo volume della collana e il primo studio etnografico sul poetry slam pubblicato in Italia.

Eleonora Fisco (1997) è una poeta e performer siciliana. Oltre a esibirsi con le sue performance poetiche in tutta Italia, si occupa di ricerca, organizzazione di eventi e didattica. Fa parte del direttivo della LIPS ed è cofondatrice del collettivo pisano Yawpisti. Nel 2019 ha rappresentato la Toscana alle finali nazionali di poetry slam e nel 2022 è campionessa del Piemonte. Si è esibita con autori italiani e stranieri e ha collaborato con festival letterari e artistici internazionali; conduce inoltre laboratori di poesia performativa per adulti e ragazzi.

Chiara Portesine (Genova, 1994) è dottoressa di ricerca a Pisa, dove si occupa prevalentemente dei rapporti tra scritture sperimentali e arte (pittura, fotografia e nuovi media). Ha scritto alcuni saggi sul Gruppo 63 e su autori come Andrea Zanzotto, Giorgio Manganelli, Emilio Villa, Corrado Costa e Adriano Spatola.