Tag Archivio per: SalTo a Firenze

(OVVERO INCIPIT, TARALLI E VINO)

Incipit Offresi è il gioco letterario targato Miraggi Edizioni che vi chiede di scavare nei meandri della memoria recuperando tutto ciò che avete letto, studiato o anche solo sentito per sbaglio: accompagnati da taralli e vino, sarete tutti chiamati a indovinare titoli e autori di alcune delle opere più famose di sempre, sentendone solo le righe iniziali. Sentendole, o vedendole mimate, a seconda di quanto spavaldi e sicuri si sentiranno i conduttori del gioco.

In palio per chi si aggiudicherà più punti e dimostrerà più memoria (o, banalmente, fortuna) ci sono libri e vino.

Quale combinazione migliore?


La sfida a colpi di incipit rientra nella rassegna SalTo a Firenze organizzata da Alice Storyteller e L’ornitorinco con il patrocinio del Salone del Libro di Torino

In dialogo con lo scrittore Gabriele Merlini, Dio (sì, avete capito bene) ci parlerà di come il mito della caverna di Platone sia il prodotto di una visione dovuta a una bevanda allucinogena, di come il Superuomo fosse drogato dai farmaci di cui abusava il suo Nietzsche e di come alcuni dei testi più importanti di Sartre siano stati scritti ingoiando dieci pasticche di anfetamina al giorno.

In Storia stupefacente della filosofia Alessandro Paolucci ci conduce in un curioso viaggio nella filosofia attraverso le sostanze consumate dai suoi più eminenti protagonisti: dagli esperimenti con l’hashish di Walter Benjamin a quelli con la cocaina di Sigmund Freud, dalla probabile tossicodipendenza dell’imperatore filosofo Marco Aurelio all’LSD che Ernst Jünger assumeva insieme all’amico Albert Hofmann.
Storia stupefacente della filosofia è nel contempo un compendio di idee rivoluzionarie e un’accurata ricostruzione biografica del lato più umano della speculazione teorica. Il racconto delle avventure (e disavventure) lisergiche che le più eccelse menti di tutti i tempi hanno affrontato mentre si spingevano oltre le colonne d’Ercole dell’immaginario con ogni mezzo e a ogni costo; compresa la repentina fuga dall’allucinazione di un’aragosta gigante.


Alessandro Paolucci, nato a Foligno (PG) nel 1981. Ora lavora nell’ambito della comunicazione digitale, durante l’infanzia ha letto pochi romanzi, ma ha scoperto che gli piacevano i fumetti e i libri sui serpenti. A vent’anni ha scoperto la filosofia e ci si è laureato. A trent’anni dopo una lunga riflessione, ha scoperto di essere Dio e ne ha creato un marketing.

Gabriele Merlini (Firenze 1978) ha pubblicato il romanzo Válečky o guida sentimentale alla Mitteleuropa e curato le antologie Selezione Naturale. Storie di premi letterari e Odi. Quindici declinazioni di un sentimento (Effequ 2013 – 2017). Scrive di musica e cultura per Rockerilla. Suoi racconti, recensioni e interviste sono apparsi su magazine e quotidiani tra i quali L’Indiscreto, minima & moralia, Nazione Indiana, Sentireascoltare, Corriere Fiorentino.

 

La presentazione di Storia stupefacente della filosofia rientra nella rassegna SalTo a Firenze organizzata da Alice Storyteller e L’ornitorinco con il patrocinio del Salone del Libro di Torino

Sul palco dell’Ornitorinco approda un nuovo poetry slam, somma celebrazione dell’ars oratoria della poesia performativa. Questa volta, però, a sfidarsi non sono i singoli poeti o poetesse, ma due collettivi, che dal nord e dall’est scenderanno nel Granducato di Toscana per sfidarsi a mani nude e senza protezioni: La Compagnia delle Indie da Milano e i Voceversa da Cesena.

Le regole sono sempre le stesse: sei partecipanti, cinque giurati dal pubblico, tre minuti a testa per declamare le proprie poesie, un solo vincitore. Che, in questo caso, sarà rappresentativo dell’intero collettivo.

Per La Compagnia delle Indie scenderanno in campo armati di ossimori e metonimie:
Chiara Araldi
Federico Balzarini
Jaime Andrés De Castro

Dei VoceVersa si apprestano invece a mirare agli zeugmi:
Daniela Falone
Daniele Gnigne Vaienti
Enrico Gregori

Ad arbitrare la sfida, e assicurarsi che volino solo versi e non destri, abbiamo gli unici, inimitabili, irreprensibili Ripescati dalla Piena.

Il Fight Club Poetry Slam, format inventato dalla Compagnia delle Indie, è la prova definitiva che ne ferisce più la lingua che la spada.


Fight Club Poetry Slam rientra nella rassegna SalTo a Firenze organizzata da Alice Storyteller e L’ornitorinco con il patrocinio del Salone del Libro di Torino