Tag Archivio per: electa

Autore: Andrea Cortellessa
Editore: Electa
Pagine: 96
Prezzo: 12,00€

Quella di Amelia Rosselli (1930-1996) è la voce più inconfondibile del nostro Novecento poetico.
Il meglio dell’avanguardia storica tenta di elaborare le ceneri di un vissuto imperdonabile: l’eccidio fascista del padre e dello zio, Carlo e Nello Rosselli, nel 1937 in Francia. Ma Rosselli lo fa rifuggendo dal ‘ricatto’ della biografia. E il perché si capisce: lei più di altri, per dirla con Manganelli, ha “qualcosa da dire”. Il peso della storia più tragica del secolo, tuttavia, l’attira giù: fino a farla precipitare, un freddo pomeriggio d’inverno, dalla sua finestra romana.

Il volume fa parte della collana OILÀ, curata da Chiara Alessi, che presenta le storie di protagoniste del Novecento. Figure femminili che, nel panorama ‘creativo’ italiano e internazionale (dal design alla moda, dall’architettura alla musica, dall’illustrazione alla grafica, dalla fotografia alla letteratura) si sono distinte in rapporto a discipline e mestieri ritenuti da sempre appannaggio dell’universo maschile. I libri, pensati per essere letti ad alta voce dall’inizio alla fine in quarantacinque minuti -un viaggio breve-, sono racconti di persone condotti attraverso una lente speciale sulle loro biografie, i lavori, i fatti privati e i risultati pubblici.

aa.vv.
Editore: Electa
Pagine: 264
Prezzo: 35,00€

Pubblicato in occasione dei cent’anni della nascita, il nono titolo della collana di monografie A-Z è dedicato all’autrice di L’arte della gioia, capolavoro pubblicato postumo e diventato un libro di culto dal successo internazionale per diverse generazioni di lettori e di lettrici.
La doppia vocazione artistica di attrice-scrittrice di Sapienza ci regala un profilo poliedrico e multiforme: la giovanile formazione attoriale, teatrale e cinematografica, lascia il posto alla scrittura letteraria, una seconda vita professionale, esplorata tentando generi e forme varie (dalla poesia, al racconto memoriale, dal romanzo storico, alle pièce teatrali) e costruendo un rapporto ‘critico’ con il linguaggio, che si esprime nella urgenza di rimuovere le ‘incrostazioni’ che alterano il significato delle parole per riscoprirne il significato più profondo.

La formula dell’alfabeto, qui declinato in 71 lemmi dalla A alla Z, presentati da 38 autori, ben si addice quindi alla ricerca di Sapienza sulle parole, oltre che alla restituzione della sua vivacità, dell’estro e del talento artistico, della sua versatilità e apertura a generi e codici differenti, nonché della fortuna transmediale dei suoi testi.

Il volume comprende inoltre un inserto iconografico che contiene la riproduzione di alcuni manoscritti e fotografie, conservati nell’Archivio Sapienza-Pellegrino ed è proposto come un atlante della sua vita di appassionata sperimentatrice di ogni forma di ri-creazione della propria immagine, pronta alle più diverse metamorfosi, ma sempre votata all’arte della gioia.

Autrice: Anna Toscano
Editore: Electa
Pagine: 96
Prezzo: 12,00€

 

Quel silenzio che mi attende da sempre

Katherine Mansfield diceva: voglio essere tutto ciò che sono capace di diventare.

Non so se Lisetta Carmi abbia mai letto la Mansfield, ma credo che abbia vissuto esattamente secondo questo principio. Non con ambizione, esuberanza o prepotenza, ma con semplicità, coerenza ed estrema umanità. Si è semplicemente ascoltata. Come dice Anna Toscano in questo meraviglioso piccolo volume della collana Oilà di Electa Editore, Lisetta Carmi è sempre stata fedele alle sue mani, ai suoi occhi, al suo cuore.

È stata prima pianista, poi fotografa, per poi aprire e gestire il primo ashram d’Occidente, in Puglia. Ognuno di questi passaggi è stato armonico, naturale, inevitabile.
Come ha detto lei stessa “posso dire di essere una persona libera di fare quello che è giusto fare nel momento giusto”.

Tutto questo cercando sempre di aprirsi all’umanità intera, con grande umiltà ed empatia. Qualsiasi cosa abbia fatto, in ogni strabiliante fase della sua vita la messa a fuoco era sempre lì: sull’umanità più pura, vera e inascoltata.
E si è visto. Eccome se si è visto.

Leonardo Sciascia, nel catalogo della Carmi dedicato alle Acque di Sicilia, scrive:
Senza venir meno alla sua natura e al suo assioma, la fotografia – un insieme di fotografie – può parlare di poesia – cioè mito, memoria, sentimento – invece che di prosa – e cioé ragione, storia, condizione umana.

Se posso permettermi di partire da questa considerazione, credo che Lisetta Carmi nella sua vita abbia fatto proprio questo: prendere la ragione, la storia e la condizione umana rendendole mito, memoria e sentimento.
Attingiamone tutt*, al grande, immenso patrimonio che ci ha lasciato. Con quello che ha fatto, con quello che è stata.

Autrice: Chiara Alessi
Editore: Electa
Pagine: 48
Prezzo: 12,00€

Nelle foto che la ritraggono Anna sorride sempre, spesso con gli altri, quasi sempre per gli altri. Ma c’è almeno una volta in cui non lo fa. Una volta in cui cambiano completamente i toni attraverso i quali ci è restituita la sua immagine di signora composta, elegante, ordinata, placida. E mi piace che quell’occasione si verifichi proprio quando si trova a difendere un progetto tutto femminile, tutto di architettura e tutto per sé.

Il volume fa parte della collana OILÀ, curata da Chiara Alessi, che presenta le storie di protagoniste del Novecento. Figure femminili che, nel panorama ‘creativo’ italiano e internazionale (dal design alla moda, dall’architettura alla musica, dall’illustrazione alla grafica, dalla fotografia alla letteratura) si sono distinte in rapporto a discipline e mestieri ritenuti da sempre appannaggio dell’universo maschile. I libri, pensati per essere letti ad alta voce dall’inizio alla fine in quarantacinque minuti -un viaggio breve-, sono racconti di persone condotti attraverso una lente speciale sulle loro biografie, i lavori, i fatti privati e i risultati pubblici.